La Community degli studenti di Ingegneria Informatica di Napoli


Utenti:12809  (Ultimo: MaryIvory)
Attualmente On-Line: 127
Totale Pagine Viste: 78829981

Numero di Downloads: 939423
Numero di Posts nel Forum: 273467
Totale News: 1795



Nickname    Password      (Registrati QUI)
Oggi, 24 Mar 2019 02:44:03   (server time)


.::Menu del Sito

 Home Page
 Cerca nel FORUM
 Statistiche
 Elenco Utenti
 Scrivi allo staff
 Links
 INFORMAZIONI
 FAQ
 Calendario Eventi
 News
 Archivio News
 Invia News
 Argomenti
 COMMUNITY
 Forums
 Trovamici
 CHAT IRC
 Chi segue i Corsi?
 APPUNTI
 Downloads
 UTENTE
 Pannello Personale
 Messaggi Privati
 ALTRO
 Annunci Economici
 Cruciverba On Line

 UNIVERSITA'
 Federico II
 Sito Docenti
 Facoltà di Ingegneria
 Ingegneria Informatica
 Bacheca Esami
 ESIS - Chiosco Servizi
 Campus Unina
 Elenco Telefonico Unina
 Biblioteca ingegneria
 Biblioteche Unina
 DIS - (Inf. - Sist.)
 Prisma Lab
 Elettrotecnica
 Mobilab
 Diet - (Elettr. - Telec)
 SincroLAB
 RADIO F2
 ADISU (diritto allo studio)
 Banca dati Laureati
 Wikipedia - Federico II

.::Chat Offline

Purtroppo per l''ennesimo problema di hosting la chat è temporaneamente disabilitata, mi scuso per i disagi e provvederò a breve ad un ripristino/sostituzione
grazie
PeX

  
Quelli Di Informatica: Forums

Quelli di Informatica :: Leggi il Topic - correttezza
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

correttezza

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ASD - Algoritmi e strutture dati
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Sab 31 Ago, 2013 - 10:46    Oggetto: correttezza Rispondi citando

B.giorno,
come si valuta la correttezza di un algoritmo?

Un metodo è di sicuro quello di utilizzare le invarianti di ciclo.
Esistono ulteriori metodi?

Se si quando utilizzarli e perché scegliere uno rispetto ad un altro?

Ciao e grazie.
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Dom 01 Set, 2013 - 10:13    Oggetto: Re: correttezza Rispondi citando

paoluccio ha scritto:
B.giorno,
come si valuta la correttezza di un algoritmo?

Un metodo è di sicuro quello di utilizzare le invarianti di ciclo.
Esistono ulteriori metodi?

Se si quando utilizzarli e perché scegliere uno rispetto ad un altro?

Ciao e grazie.

reminder
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Lun 02 Set, 2013 - 19:57    Oggetto: Re: correttezza Rispondi citando

paoluccio ha scritto:
B.giorno,
come si valuta la correttezza di un algoritmo?

Un metodo è di sicuro quello di utilizzare le invarianti di ciclo.
Esistono ulteriori metodi?

Se si quando utilizzarli e perché scegliere uno rispetto ad un altro?

Ciao e grazie.

novità?
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Mar 03 Set, 2013 - 19:17    Oggetto: Re: correttezza Rispondi citando

paoluccio ha scritto:
paoluccio ha scritto:
B.giorno,
come si valuta la correttezza di un algoritmo?

Un metodo è di sicuro quello di utilizzare le invarianti di ciclo.
Esistono ulteriori metodi?

Se si quando utilizzarli e perché scegliere uno rispetto ad un altro?

Ciao e grazie.

novità?

perfavore........
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
theamerican
Quello che c'è sempre
Quello che c'è sempre

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 136
Registrato: May 08, 2013

MessaggioInviato: Mer 04 Set, 2013 - 09:11    Oggetto: Rispondi citando

Sul libro c'è scritto davvero tutto e chiaramente.
Comunque le invarianti di ciclo si utilizzano per algoritmi iterativi, mentre per algoritmi ricorsivi in genere si determina una equazione alle ricorrenze e la si risolve (ci sono vari metodi di risoluzione).

Ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Francesco_Uchiha
Quello Avanzato
Quello Avanzato

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 31
Registrato: Oct 05, 2007

MessaggioInviato: Sab 07 Set, 2013 - 12:35    Oggetto: Rispondi citando

Il metodo dell'invariante di ciclo si applica quando hai algoritmi iterativi con almeno un ciclo al loro interno. Per algoritmi ricorsivi devi usare il principio di induzione, quello semplice o quello completo in base al particolare algoritmo. Il secondo si usa quando c'è bisogno di un' ipotesi induttiva più forte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Dom 08 Set, 2013 - 21:56    Oggetto: Rispondi citando

Francesco_Uchiha ha scritto:
Il metodo dell'invariante di ciclo si applica quando hai algoritmi iterativi con almeno un ciclo al loro interno. Per algoritmi ricorsivi devi usare il principio di induzione, quello semplice o quello completo in base al particolare algoritmo. Il secondo si usa quando c'è bisogno di un' ipotesi induttiva più forte.

Non vorrei dire una "cavolaia" ma sul libro non vi è riferimento al principio di induzione; per la risoluzione di algoritmi ricorsivi si menzionano il metodo di sotituzione, quello basato sulla costruzione dell'albero di ricorsione e per finire il metodo dell'esperto.

Dove trovo riferimenti al principio di induzione semplice e competo?
Grazie e ciao
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Mer 11 Set, 2013 - 05:12    Oggetto: Rispondi citando

paoluccio ha scritto:
Francesco_Uchiha ha scritto:
Il metodo dell'invariante di ciclo si applica quando hai algoritmi iterativi con almeno un ciclo al loro interno. Per algoritmi ricorsivi devi usare il principio di induzione, quello semplice o quello completo in base al particolare algoritmo. Il secondo si usa quando c'è bisogno di un' ipotesi induttiva più forte.

Non vorrei dire una "cavolaia" ma sul libro non vi è riferimento al principio di induzione; per la risoluzione di algoritmi ricorsivi si menzionano il metodo di sotituzione, quello basato sulla costruzione dell'albero di ricorsione e per finire il metodo dell'esperto.

Dove trovo riferimenti al principio di induzione semplice e competo?
Grazie e ciao

please
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
paoluccio
quello impossibile
quello impossibile

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 815
Registrato: Mar 23, 2005

MessaggioInviato: Ven 13 Set, 2013 - 08:19    Oggetto: Rispondi citando

paoluccio ha scritto:
paoluccio ha scritto:
Francesco_Uchiha ha scritto:
Il metodo dell'invariante di ciclo si applica quando hai algoritmi iterativi con almeno un ciclo al loro interno. Per algoritmi ricorsivi devi usare il principio di induzione, quello semplice o quello completo in base al particolare algoritmo. Il secondo si usa quando c'è bisogno di un' ipotesi induttiva più forte.

Non vorrei dire una "cavolaia" ma sul libro non vi è riferimento al principio di induzione; per la risoluzione di algoritmi ricorsivi si menzionano il metodo di sotituzione, quello basato sulla costruzione dell'albero di ricorsione e per finire il metodo dell'esperto.

Dove trovo riferimenti al principio di induzione semplice e competo?
Grazie e ciao

please

niente di niente?
_________________
http://video.libero.it/app/play/index.html?id=e3508c4148205bd1e3d9a5229fa67ebb
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ASD - Algoritmi e strutture dati Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Idea, website e amministrazione by PeXPeX
Il materiale nel sito è disponibile GRATUITAMENTE e non può essere connesso a nessuna attività economica o LUCRATIVA
Sito sviluppato in PHP sulla base del CMS PHP-Nuke. Su licenza GPL/GNU Best View 1024*768