La Community degli studenti di Ingegneria Informatica di Napoli


Utenti:12847  (Ultimo: KellyMark2)
Attualmente On-Line: 36
Totale Pagine Viste: 79489965

Numero di Downloads: 940705
Numero di Posts nel Forum: 273475
Totale News: 1795



Nickname    Password      (Registrati QUI)
Oggi, 21 May 2019 17:59:25   (server time)


.::Menu del Sito

 Home Page
 Cerca nel FORUM
 Statistiche
 Elenco Utenti
 Scrivi allo staff
 Links
 INFORMAZIONI
 FAQ
 Calendario Eventi
 News
 Archivio News
 Invia News
 Argomenti
 COMMUNITY
 Forums
 Trovamici
 CHAT IRC
 Chi segue i Corsi?
 APPUNTI
 Downloads
 UTENTE
 Pannello Personale
 Messaggi Privati
 ALTRO
 Annunci Economici
 Cruciverba On Line

 UNIVERSITA'
 Federico II
 Sito Docenti
 Facoltà di Ingegneria
 Ingegneria Informatica
 Bacheca Esami
 ESIS - Chiosco Servizi
 Campus Unina
 Elenco Telefonico Unina
 Biblioteca ingegneria
 Biblioteche Unina
 DIS - (Inf. - Sist.)
 Prisma Lab
 Elettrotecnica
 Mobilab
 Diet - (Elettr. - Telec)
 SincroLAB
 RADIO F2
 ADISU (diritto allo studio)
 Banca dati Laureati
 Wikipedia - Federico II

.::Chat Offline

Purtroppo per l''ennesimo problema di hosting la chat è temporaneamente disabilitata, mi scuso per i disagi e provvederò a breve ad un ripristino/sostituzione
grazie
PeX

  
Quelli Di Informatica: Forums

Quelli di Informatica :: Leggi il Topic - Laurea ingegneria informatica... dopo un anno
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Laurea ingegneria informatica... dopo un anno
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> sfoghi e lotte
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Mer 19 Set, 2012 - 14:58    Oggetto: Laurea ingegneria informatica... dopo un anno Rispondi citando

Ciao ragazzi,

Ho 27 anni e sono laureato da un anno, ho una laurea magistrale in ingegneria informatica con votazione 107. Sono qui per offrire la mia visione sul mercato dell'informatica Italiana per il mercato Business.
Sono specializzato in amministrazione di basi dati Oracle e già durante gli studi ho avuto esperienze sul cloud computing e sistemi ad alte prestazioni ed alta disponibilità, tecnologie abbastanza all'avanguardia(basti pensare che all'università stanno ora iniziando i meeting sull'argomento/stanno scoprendo l'acqua calda), sono a TI in una piccola azienda, attualmente gestisco tecnicamente piccoli team, ho avuto esperienza in diverse città italiane ed in diverse aziende.

Il mercato informatico Italiano è un oligopolio costituito da una decina di soggetti(Accenture,ERNS & Young, Reply...) denominati system integrator, che in pratica sono solo dei caporali che sfruttano ingegneri informatici, informatici e programmatori.
Questi soggetti prendono oramai tutti i progetti in appalto senza chiedere il parere tecnico ai vari team che operano nell'azienda, il prezzo e le ore uomo sono stabiliti da qualche politicante/commerciale che senza avere alcuna conoscenza spara un prezzo ed un tempo quasi a caso.
Puntualmente l'attività di progetto e sviluppo è fatto da qualche neolaureato in economia/informatica/ ingegneria informactica, preferibilmente qualche stagista o comunque qualche incompetente.
Vi state domandando perché? perché il modello economico di queste aziende si fonda sul malfunzionamento del software, per creare progetti lunghissimi ed attività di manutenzione(dove gli informatici lavorano giorno e notte, domeniche incluse). Basti pensare che la maggior parte dei progetti di queste società che sulla carta durano 6 mesi, si conclude con la morte dello stesso nel giro di qualche anno.
Una delle cose che mi sorprende e che loro osteggiano ed evitano fortemente la figura del top performer/evangelista perché rischia di far finire il progetto.

Passiamo ora alla giornata lavorativa di un informatico, la durata è mediamente è di 10 ore, 8 se sei furbo e preparato nel dilazionare le consegne, ma ho visto anche persone che facevano in media 12 ore al giorno. Il sabato e la domenica non di rado si lavora ed alcuni fanno anche i turni di notte. L'ambiente generalmente è di me**a, incomententi che fanno delle richieste assurde e dato che l'evangelista è evitato solitamente non vi aspettate la cream dei manager. I colleghi tendenzialmente sono giustamente frustrati per lo stress e la sindome di dilbert(cercate su google) che hanno sviluppato, rendendo i rapporti interpersonali come quelli di un lager nazista.

Le paghe sono da fame oscillano dai 1000 ai 1200 per un neolaureato in un system integrator(SI), cifra che in queste aziende quasi mai supera i 1600 euro(dopo anni ed anni).
Mentre per i consulenti le cifre sono più alte e variabili, ma dato che le commesse sono dei SI, si finisce per dover subire in silenzio le macabre frustrazioni dei dipendeti degli SI, che sono degli invasati che si farebbero in@@@@re a sangue per un buono pasto.

Le prospettive di crescita(prima vedrei le prospettive di vita) in entrambi i casi, sono molto basse, per i consulenti si prospetta una vita di balzelli da una società ad un altra per evitare i vari casi di mobbing che si verificano, mentre per i dipendenti SI(YES MAN) si prevede una vita da invasati frustrati il cui unico scopo è quello di impallinare il consulente preparato.

Quello che consiglio pertanto è di evitare come la peste le lauree informatiche(incluso elettronica e telecomunicazione, tanto si finisce informatici) dato che mediamente è una laurea che offre molte prospettive di cui quasi nessuna è valida.
Mentre i nostri cugini meccanici,ambientali...etc(inclusi gestionali) impiegano più tempo per trovare lavoro, quando lo trovano hanno buone prospettive ed hanno rispetto professionale. Se proprio volete addentrarvi siate certi che avete volontà di emigrare oppure entrate direttamente nel mondo del lavoro senza laurea(non vi serve in italia).
NON ASCOLTATE LE STATISTICHE SUI LAVORI MIGLIORI, QUASI TUTTE PRENDONO IN RIFERIMENTO L'AMERICA!! NOI NON SIAMO AMERICANI!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Lera
quello d.o.c.
quello d.o.c.

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 450
Registrato: Nov 14, 2008

MessaggioInviato: Mer 19 Set, 2012 - 17:30    Oggetto: Rispondi citando

Se volevi rovinarci la giornata, ci sei riuscito.

Comunque grazie per aver condiviso la tua esperienza, è sempre importante sapere a cosa si va incontro.
_________________
Fusco, sei brullesco! [Cit.]
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Mer 19 Set, 2012 - 19:13    Oggetto: Rispondi citando

mi dispiace... meglio di prendere un palo in testa.

Se giri nel web comunque è pieno di queste lamentele.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Filadoda
Quello Avanzato
Quello Avanzato

Corso: I Anno (De-M)

Attualmente è: Offline
Messaggi: 28
Registrato: Sep 15, 2006

MessaggioInviato: Mer 19 Set, 2012 - 22:38    Oggetto: Rispondi citando

Quello che dici sarà una buona parte della realtà, ma una laurea (anche triennale) in ingegneria dell'informazione, se conseguita con passione e serietà (tanto studio e voti alti), secondo me ha ancora un notevole valore aggiunto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
bangt
Quello attivo
Quello attivo

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 80
Registrato: Jul 12, 2006

MessaggioInviato: Gio 20 Set, 2012 - 07:46    Oggetto: Rispondi citando

Premetto che non voglio scatenare flame.

Ma, a parte sondaggi, statistiche, esperienze e quant'altro, il nostro amico "hate" sembra ce l'abbia un po' con tutto il mondo nella sua vita (non a caso si chiama "hate" forse?). Se vi fate una ricerca nel nostro forum, qui su quellidiinformatica, dei thread in cui lui interviene, è sempre incazzato con tutto e tutti: i prof sono una me**a, i colleghi sono una me**a, la laurea è una me**a, il lavoro è una me**a...

Ripeto: SENZA SCATENARE FLAME,
Caro "hate", se nella vita ti è andata male, se le esperienze ti hanno reso un po' frustrato, siamo profondamente dispiaciuti per te, ma non andare a raccontare in giro che quello che vivi tu lo vivranno tutti, perchè ti posso garantire (sono da 2 anni nel mondo del lavoro) che quello che dici tu non è la verità universale (seppur esistano regimi come quelli da te descritti), e te lo dico per esperienza.

occhiolino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hourglass
Quello signor forum
Quello signor forum

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 280
Registrato: Jan 29, 2009

MessaggioInviato: Gio 20 Set, 2012 - 08:01    Oggetto: Rispondi citando

Poi abbiamo anche la libertà di dire no? O sbaglio? Se un'azienda fa quello che dice hate si manda a fare in culo senza nessun problema e si cerca altro fino a trovare la cosa giusta.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
piero86
Quello dei Quesiti
Quello dei Quesiti

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 44
Registrato: Jul 17, 2012

MessaggioInviato: Gio 20 Set, 2012 - 08:34    Oggetto: Rispondi citando

Hourglass ha scritto:
Poi abbiamo anche la libertà di dire no? O sbaglio? Se un'azienda fa quello che dice hate si manda a fare in culo senza nessun problema e si cerca altro fino a trovare la cosa giusta.


Credo che questo dipenda solo dal livello di autostima che ognuno ha di sé. Avere paura di cambiare o di farsi valere è sintomo o di impreparazione o di frustrazione. Anche se a qualcuno andasse veramente così male (cambiando sempre e solo tra aziende come quelle su descritte, ma non credo sia verosimile), se si è veramente in gamba si fa il grande passo: si va all'estero e via. Nessuno ci tiene legati qui.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hourglass
Quello signor forum
Quello signor forum

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 280
Registrato: Jan 29, 2009

MessaggioInviato: Gio 20 Set, 2012 - 08:43    Oggetto: Rispondi citando

..o semplicemente sintomo di insicurezza. Sul fatto di andare all'estero chiaramente ti do ragione. Nessuno ci tiene legati qui o forse si? (Per esempio una famiglia o una fidanzata ecc ecc..).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
obiettivolaurea
quello un uomo un mito
quello un uomo un mito

Corso: Altro-Federico II

Attualmente è: Offline
Messaggi: 577
Registrato: Nov 09, 2006

MessaggioInviato: Gio 20 Set, 2012 - 09:46    Oggetto: Rispondi citando

Non sono assolutamente d'accordo.
La laurea in Ingegneria è sempre trattata con dovuto rispetto. E se proprio nel nostro paese non vi è l'opportunità di lavorare serenamente, si può sempre andare all'estero. Basta conoscere bene l'inglese. Il resto ,se hai studiato bene, gia fa parte del tuo bagaglio culturale.
L' importante è avere autostima.
occhiolino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Sab 29 Set, 2012 - 20:31    Oggetto: Rispondi citando

[quote="bangt"]Premetto che non voglio scatenare flame.



Dipende da cosa intendi per 'altre realtà' io ho ingegneri informatici in famiglia laureati nei 90 che sono passati da 1,2K al giorno(in Italia) a poco più di 350 Euro al giorno oggi e dicono le stesse cose che ti dico io.

Quindi fidati Brangt della tua alta Esperienza me ne faccio molto poco, già ho dubbi che ti sia andata meglio di me in un anno(ho professionisti in casa nel settore che mi hanno insegnato un filino qualcosa) ma ho seri dubbi che tu abbia un netto annuo che sia almeno un ventesimo di queste persone che si stanno lamentando e che dicono che questo oligopolio porterà all'inutilità della nostra laurea in Italia.
Di YES MAN che dicono che Accent. ed Avana. sono il massimo quando invece sono la monnezza dell'informatica ce ne sono tanti anche nel forum, quindi non parlare del tuo caso floreo(ripeto dipende cosa per te è floreo) ma della realtà della stragrande maggioranza dei casi.

Quindi capisci ora il perché delle mie frustrazioni... non prendo in esempio Brangt occhiolino

Per gli altri andare all'estero non è facile soprattutto con la scarsa preparazione dell'uni Italiana(ho lavorato con Rumeni e già loro ci distruggono, non oso immaginare gli Americani) e le condizioni di vita che avreste non sarebbero delle migliori.
Io se proprio dovrei fare uno sforzo lo farei per qualcosa che mi rende la vita facile e non più difficile.


Ultima modifica di hate il Sab 29 Set, 2012 - 20:57, modificato 3 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Sab 29 Set, 2012 - 20:41    Oggetto: Rispondi citando

[quote="bangt"]Premetto che non voglio scatenare flame.



Dipende da cosa intendi per 'altre realtà' io ho ingegneri informatici in famiglia laureati nei 90 che sono passati da 1,2K al giorno(in Italia) a poco più di 350 Euro al giorno oggi e dicono le stesse cose che ti dico io.

Quindi fidati Brangt della tua alta Esperienza me ne faccio molto poco, già ho dubbi che ti sia andata meglio di me in un anno(ho professionisti in casa nel settore che mi hanno insegnato un filino qualcosa) ma ho seri dubbi che tu abbia un netto annuo che sia almeno un ventesimo di queste persone che si stanno lamentando e che dicono che questo oligopolio porterà all'inutilità della nostra laurea in Italia.
Di YES MAN che dicono che Accent. ed Avana. sono il massimo quando invece sono la monnezza dell'informatica ce ne sono tanti anche nel forum, quindi non parlare del tuo caso floreo(ripeto dipende cosa per te è floreo) ma della realtà della stragrande maggioranza dei casi.

Quindi capisci ora il perché delle mie frustrazioni... non prendo in esempio Brangt occhiolino

Per gli altri andare all'estero non è facile soprattutto con la scarsa preparazione dell'uni Italiana(ho lavorato con Rumeni e già loro ci distruggono, non oso immaginare gli Americani) e le condizioni di vita che avreste non sarebbero delle migliori.
Io se proprio dovrei fare uno sforzo lo farei per qualcosa che mi rende la vita facile e non più difficile.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
bangt
Quello attivo
Quello attivo

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 80
Registrato: Jul 12, 2006

MessaggioInviato: Sab 29 Set, 2012 - 21:54    Oggetto: Rispondi citando

hate ha scritto:

Per gli altri andare all'estero non è facile soprattutto con la scarsa preparazione dell'uni Italiana(ho lavorato con Rumeni e già loro ci distruggono, non oso immaginare gli Americani) e le condizioni di vita che avreste non sarebbero delle migliori.
Io se proprio dovrei fare uno sforzo lo farei per qualcosa che mi rende la vita facile e non più difficile.


Purtroppo devo smentirti ancora. Non credo sia questione di mera "preparazione". Conosco diversi amici, alcuni dei quali sono su questo forum che si sono trasferiti con successo in tutta Europa, sono rispettatissimi e prendono ottimi stipendi. Vuoi sapere perché alcuni sì e altri no? perché sono persone in gamba, si sanno distinguere, e soprattutto nel loro lavoro (e nei loro studi) ci mettono passione. Non ti parlo di figure "geniali" ma di ragazzi "normali" che hanno sfondato.
Vuoi sapere quello che invece per il resto vedo io in giro? Vedo in continuazione persone che "si devono prendere l'esame", non persone che amano ciò che fanno. Vedo persone che se gli chiedi di trovare un bug in 15 linee di codice ti guardano come un ufo. Vedo persone senza stimoli, che dimenticano ciò che imparano dopo pochi giorni, il cui unico obiettivo è 'o piezz 'e cart...
Se ti riferisci a questi, allora hai tutto il mio appoggio.
Questi meritano di vivere e lavorare in realtà come quelle da te descritte, che sicuramente dilagano oggi più che mai.
Ma ribadisco: fortunatamente tutto ciò non coincide con la totalità dei casi.

P.s. riguardo al mio "caso floreo", posso dirti che dove lavoro io, ogni qual volta ho portato innovazioni, idee e nuove proposte sono sempre stato apprezzato e in poco tempo mi sono fatta molta più strada di quanto avessi potuto immaginare all'inizio. Passione, tutto qui.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
piero86
Quello dei Quesiti
Quello dei Quesiti

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 44
Registrato: Jul 17, 2012

MessaggioInviato: Sab 29 Set, 2012 - 22:04    Oggetto: Rispondi citando

Concordo con bangt, io lavoro in una piccola azienda da quasi due anni. Ciò che conta è metterci passione, il resto viene da sè occhiolino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hourglass
Quello signor forum
Quello signor forum

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 280
Registrato: Jan 29, 2009

MessaggioInviato: Sab 29 Set, 2012 - 22:14    Oggetto: Rispondi citando

A me questo discorso sulla passione non mi convince molto. La passione non è una cosa astratta ed esce fuori se lavori in un ambiente di un certo livello, con persone di un certo livello, in una azienda che fa progetti di un certo livello. Sfiderei chiunque a metterci passione in un posto di lavoro dove sei sfruttato, sottopagato e quant'altro. Poi siamo sempre lì; chi è più ottimista è perchè ha avuto esperienze positive e viceversa.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lilpop
Quello Postatore D'Eccezione
Quello Postatore D'Eccezione

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 57
Registrato: Sep 14, 2012

MessaggioInviato: Lun 01 Ott, 2012 - 11:24    Oggetto: Rispondi citando

hate ha scritto:

Dipende da cosa intendi per 'altre realtà' io ho ingegneri informatici in famiglia laureati nei 90 che sono passati da 1,2K al giorno(in Italia) a poco più di 350 Euro al giorno oggi e dicono le stesse cose che ti dico io.

MINCHIA!!! ma a chi sei figlio?
facciamo due conti:
1.200€ x 365gg = 438.000€ all'anno
350€ x 365gg = 127.750€ all'anno
ma ti rendi conto di che cifre stai parlando? veramente un ing. informatico qualche anno fa poteva guadagnare oltre 400 mila € all'anno e adesso si deve "accontentare" solo di poco più di 100 mila € all'anno?
MA IN CHE AZIENDA LAVORANO I TUOI PARENTI?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
darkprince
Quello Enciclopedico
Quello Enciclopedico

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 338
Registrato: Sep 14, 2006

MessaggioInviato: Lun 01 Ott, 2012 - 19:18    Oggetto: Rispondi citando

credo che come in ogni bella favoletta qui in questo lungo thread ci sia qualcosa di vero e qualcosa di fantasioso (gli stipendi milionari con qualche strana storia dietro sono un dato di fatto nel belpaese) Smile

tra le verità posso certamente sottolineare la quasi ''omologazione'' delle consulenze informatiche che queste società (Accenture &co) propongono alle aziende, tant'è che ad un certo punto un ingegnere non si distingue da un informatico o un matematico, ma questa situazione è purtroppo inevitabile visti gli eccessivi rischi e controcazzi che una società deve affrontare quando assume un povero cristo. Quindi se qualcuno spera che questa situazione finisca presto, se lo può togliere dal cervello! in italia e all'estero!!

Una cosa che ho potuto apprendere in questi 10 mesi post-laurea e che molti di voi mi contesteranno è questa:

PER MOLTE AZIENDE IL VOTO NON CONTA UN ca**o! E la spiegazione è una sola: il colloquio ormai è una verifica di quello che sai fare, e mi è capitato di superare colloqui lasciando dietro personaggi da 110eLode che non sapevano la differenza fra sincrono e asincrono

Che poi l'italia fa schifo e ti pi**iano in mano è come dire che il cielo è azzurro, ma questa è un'altra storia Ridendo
_________________
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Ven 03 Mag, 2013 - 13:46    Oggetto: Rispondi citando

lilpop ha scritto:
hate ha scritto:

Dipende da cosa intendi per 'altre realtà' io ho ingegneri informatici in famiglia laureati nei 90 che sono passati da 1,2K al giorno(in Italia) a poco più di 350 Euro al giorno oggi e dicono le stesse cose che ti dico io.

MINCHIA!!! ma a chi sei figlio?
facciamo due conti:
1.200€ x 365gg = 438.000€ all'anno
350€ x 365gg = 127.750€ all'anno
ma ti rendi conto di che cifre stai parlando? veramente un ing. informatico qualche anno fa poteva guadagnare oltre 400 mila € all'anno e adesso si deve "accontentare" solo di poco più di 100 mila € all'anno?
MA IN CHE AZIENDA LAVORANO I TUOI PARENTI?




Riprendo dopo un anno quasi, che ti devo dire prima un DBA Oracle guadaganva tutti quei soldi(anche se hai dimostrato di non saper fare i conti perché non si lavora 365 gg l'anno). Accenture e Company si fanno pagare gli stessi soldi per un consulente tutt'oggi(neolaureato si fanno pagare circa 400€ al giorno dal cliente), solo che al consulente arriva la fame(quindi prima di sgranare gli occhi pensa che il mercato è ancora florido)...
Per quanto concerne la passione, di persone che lavorano per la gloria aziendale ne vedo tutti i giorni.
Aspettare aspettare, un giorno ce la farai, basta la passione... sono tutti i motti degli sfigati(secondo me gli artefici del declino). Siete da anni a sgobbare ma quand'è che pensate ai $$$$?

Io faccio questo lavoro da un po rispetto alla media non sto male, ma se devo dire a qualcuno se intraprendere ingegneria informatica gli direi di scegliere un'altra ingegneria oppure di iniziare a lavorare direttamente nel settore. Tanto la laurea secondo me è un handicap in questo mercato, infatti si ha un buon modo di ragionare in un mercato in cui si ragiona in accrocchi e pezzotti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lemures87
Quello attivo
Quello attivo

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 72
Registrato: Oct 19, 2011

MessaggioInviato: Ven 03 Mag, 2013 - 16:01    Oggetto: Rispondi citando

la verità, come sempre, sta nel mezzo, ci sono certamente gli estremi ma c'è anche tanto in mezzo, aumentando poi il raggio di azione a livello europeo/mondiale c'è molta più probabilità di trovare ciò che si cerca, quindi imparate anche le lingue, in italia purtroppo il livello è abbastanza basso e culturalmente arretrato, molte competenze "ingegneristiche" non sono né richieste né auspicabili, nzomm bisogna sguazzare un po', aprite le vostre menti (e le cartine geografiche) e le possibilità aumentano, sfruttamento a 10-12 ore di lavoro fine settimana inclusi a 1000-1200€ al mese e calcio nel sedere alla fine del progetto ne ho visti e come e mi è stato anche proposto, ritengo che ormai il semplice possesso del titolo di studio non sia sufficiente, non si è mica gli unici ad averlo, bisogna quindi differenziarsi e rendersi "unici" per poter avere, si spera, quel qualcosa in più che non ti faccia finire in un metro quadro davanti ad un pc fino a 67 anni (per ora),e purtroppo l'università questo qualcosa in più non te lo da.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Ven 03 Mag, 2013 - 16:35    Oggetto: Rispondi citando

lemures87 ha scritto:
la verità, come sempre, sta nel mezzo, ci sono certamente gli estremi ma c'è anche tanto in mezzo, aumentando poi il raggio di azione a livello europeo/mondiale c'è molta più probabilità di trovare ciò che si cerca, quindi imparate anche le lingue, in italia purtroppo il livello è abbastanza basso e culturalmente arretrato, molte competenze "ingegneristiche" non sono né richieste né auspicabili, nzomm bisogna sguazzare un po', aprite le vostre menti (e le cartine geografiche) e le possibilità aumentano, sfruttamento a 10-12 ore di lavoro fine settimana inclusi a 1000-1200€ al mese e calcio nel sedere alla fine del progetto ne ho visti e come e mi è stato anche proposto, ritengo che ormai il semplice possesso del titolo di studio non sia sufficiente, non si è mica gli unici ad averlo, bisogna quindi differenziarsi e rendersi "unici" per poter avere, si spera, quel qualcosa in più che non ti faccia finire in un metro quadro davanti ad un pc fino a 67 anni (per ora),e purtroppo l'università questo qualcosa in più non te lo da.


Volendo riassumere per i lavori attuali nel mercato un paio di certificazioni rinomate per una spesa di 10000 Euro possono bastare, impari di più e secondo me accedi a delle posizioni che con una laurea del genere ti sogni.
Aggiungo alla tua giusta osservazione sugli sfruttati, parecchi di loro credendo alle frasi di circostanza si calano di brutto le braghe, accettano l'inaccettabile(devo fare esperienza poi lo faccio per passione) e poi li vedi dire alla fine ITALIA DI MER** quando lo prendono a quel posto.
PS non voglio aprire neanche il discorso apprendistato altrimenti li mi si fa la bile... ma cmq in tutto ciò l'università ha molte responsabilità.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
lemures87
Quello attivo
Quello attivo

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 72
Registrato: Oct 19, 2011

MessaggioInviato: Ven 03 Mag, 2013 - 17:21    Oggetto: Rispondi citando

ha responsabilità ma non penso possa essere altrimenti, è una catena di montaggio non è un luogo dove formarsi, il singolo scompare nel mare della mediocrità e ricevi mediocrità, uno come altri 100.000, la maggior parte dei posti di lavoro cercano proprio carne da macello, mica la persona da formare e valorizzare, come già detto bisogna crearsi un profilo unico, solo così si può accedere a qualcosa di diverso, altrimenti si rimane nella massa che viene usata come carne da cannone dalle grandi aziende (e le medio/piccole iniziano ad imitare), la passione a stare 12 ore seduto a un pc a correggere pezzi di programma scritti da chissà chi per fare chissà cosa? la passione la puoi avere se hai un progetto a cui tu contribuisci, se stai sviluppando qualcosa o stai creando qualcosa, in questo contesto anche 12 ore di lavoro non sono lavoro, non pesano e le fai anche se non richieste, ma bisogna alquanto rimbecillirsi per vivere come "passione" la mission aziendale, ovvero sfruttato e usato e dopo rimpiazzato, l'unica motivazione per sopportare tutto ciò è portare il pane a casa, ma se ci facciamo un c...o così e spendiamo i migliori anni a sgobbare per poi avere come unica alternativa quella di dover prendere qualsiasi cosa per portare il pane a casa allora siamo veramente messi male (e non a caso la nostra società è in picchiata), bisogna svincolarsi da tutto ciò
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hourglass
Quello signor forum
Quello signor forum

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 280
Registrato: Jan 29, 2009

MessaggioInviato: Ven 03 Mag, 2013 - 17:55    Oggetto: Rispondi citando

lemures87 ha scritto:
ha responsabilità ma non penso possa essere altrimenti, è una catena di montaggio non è un luogo dove formarsi, il singolo scompare nel mare della mediocrità e ricevi mediocrità, uno come altri 100.000, la maggior parte dei posti di lavoro cercano proprio carne da macello, mica la persona da formare e valorizzare, come già detto bisogna crearsi un profilo unico, solo così si può accedere a qualcosa di diverso, altrimenti si rimane nella massa che viene usata come carne da cannone dalle grandi aziende (e le medio/piccole iniziano ad imitare), la passione a stare 12 ore seduto a un pc a correggere pezzi di programma scritti da chissà chi per fare chissà cosa? la passione la puoi avere se hai un progetto a cui tu contribuisci, se stai sviluppando qualcosa o stai creando qualcosa, in questo contesto anche 12 ore di lavoro non sono lavoro, non pesano e le fai anche se non richieste, ma bisogna alquanto rimbecillirsi per vivere come "passione" la mission aziendale, ovvero sfruttato e usato e dopo rimpiazzato, l'unica motivazione per sopportare tutto ciò è portare il pane a casa, ma se ci facciamo un c...o così e spendiamo i migliori anni a sgobbare per poi avere come unica alternativa quella di dover prendere qualsiasi cosa per portare il pane a casa allora siamo veramente messi male (e non a caso la nostra società è in picchiata), bisogna svincolarsi da tutto ciò

Che dire, sono d'accordissimo. E aggiungo che ragionare in termini solo monetari non è un bene. Il bello è fare un lavoro che ti soddisfa e che ti rende felice per così dire. Ma fare un lavoro solo perché "non c'è altro" o perché "mi pagano bene" non è la via giusta. Il discorso sull'esperienza è anch'esso misero e fuorviante. Esperienza non è farsi il culo come un cinese per ripetere lo stesso compito giorno dopo giorno fino allo svenimento. Esperienza è apprendere da chi ne sa più di noi, per progettare, pensare alla soluzione di un problema. Questo è e dovrebbe essere un ingegnere. Ecco perché rifiutai accenture appena laureato alla triennale. Quelli sono negrieri; per loro sei uno dei tanti, anche se non è così.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Mar 28 Mag, 2013 - 14:45    Oggetto: Rispondi citando

Hourglass ha scritto:
lemures87 ha scritto:
ha responsabilità ma non penso possa essere altrimenti, è una catena di montaggio non è un luogo dove formarsi, il singolo scompare nel mare della mediocrità e ricevi mediocrità, uno come altri 100.000, la maggior parte dei posti di lavoro cercano proprio carne da macello, mica la persona da formare e valorizzare, come già detto bisogna crearsi un profilo unico, solo così si può accedere a qualcosa di diverso, altrimenti si rimane nella massa che viene usata come carne da cannone dalle grandi aziende (e le medio/piccole iniziano ad imitare), la passione a stare 12 ore seduto a un pc a correggere pezzi di programma scritti da chissà chi per fare chissà cosa? la passione la puoi avere se hai un progetto a cui tu contribuisci, se stai sviluppando qualcosa o stai creando qualcosa, in questo contesto anche 12 ore di lavoro non sono lavoro, non pesano e le fai anche se non richieste, ma bisogna alquanto rimbecillirsi per vivere come "passione" la mission aziendale, ovvero sfruttato e usato e dopo rimpiazzato, l'unica motivazione per sopportare tutto ciò è portare il pane a casa, ma se ci facciamo un c...o così e spendiamo i migliori anni a sgobbare per poi avere come unica alternativa quella di dover prendere qualsiasi cosa per portare il pane a casa allora siamo veramente messi male (e non a caso la nostra società è in picchiata), bisogna svincolarsi da tutto ciò

Che dire, sono d'accordissimo. E aggiungo che ragionare in termini solo monetari non è un bene. Il bello è fare un lavoro che ti soddisfa e che ti rende felice per così dire. Ma fare un lavoro solo perché "non c'è altro" o perché "mi pagano bene" non è la via giusta. Il discorso sull'esperienza è anch'esso misero e fuorviante. Esperienza non è farsi il culo come un cinese per ripetere lo stesso compito giorno dopo giorno fino allo svenimento. Esperienza è apprendere da chi ne sa più di noi, per progettare, pensare alla soluzione di un problema. Questo è e dovrebbe essere un ingegnere. Ecco perché rifiutai accenture appena laureato alla triennale. Quelli sono negrieri; per loro sei uno dei tanti, anche se non è così.


Indubbiamente lavorare per passione è un must, ma lavorare per passione facendo trarre i profitti ad altri si chiama GLORIA.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Mar 28 Mag, 2013 - 14:50    Oggetto: Rispondi citando

lasicatemi dire che in molti della categoria lavorano per pura gloria, il problema risiede proprio nel fatto che la categoria crede che il riconoscimento monetario è un optional(tant'è che nonostante il nostro mercato è ricco non abbiamo neanche rappresentanti di categoria). Il commerciale ha capito tutto e non solo ti sfrutta ma ti sputa anche in un occhio.
Io lavoro per una cosa che mi appassiona, ma i lavoratori per gloria fanno in modo che la mia tariffa è in discesa anziché in salita.
Chi lavora 12 ore non è appassionato, semplicemente rovina il mercato credendo di fare carriera...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Hourglass
Quello signor forum
Quello signor forum

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 280
Registrato: Jan 29, 2009

MessaggioInviato: Mer 29 Mag, 2013 - 06:18    Oggetto: Rispondi citando

Infatti sono d'accordo con te. Io credo che un dipendente debba lavorare al più 8 ore al giorno. La produttività rientra in questo arco di tempo. Ore in più sono solo dannose.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gabriella88
Quello Postatore D'Eccezione
Quello Postatore D'Eccezione

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 54
Registrato: Oct 07, 2010

MessaggioInviato: Mer 29 Mag, 2013 - 11:46    Oggetto: Rispondi citando

se non avete niente che vi trattiene in Italia provate fuori..potreste trovare una situazione diversa occhiolino
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
hate
Quello che la notte pensa
Quello che la notte pensa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 183
Registrato: Nov 02, 2009

MessaggioInviato: Mer 05 Giu, 2013 - 08:52    Oggetto: Rispondi citando

Se guardi le cifre in valore assoluto all'estero si guadagna di più, ma se le rapporti al costo della vita è sempre uno stipendio di un operaio.

Il punto della discussione è conviene laurearsi in ingegneria informatica, anche se l'informatica non è chiaramente una scienza ingegneristica?
Se osservi i bisogni del mercato(software più o meno funzionante) mi domando se si deve perdere per forza la testa in questo mattatoio.

Se avessi 10 anni di esperienza e senza laurea a quest'ora starei guadagnando minimo 2 o 3 volte il mio stipendio attuale.
Tanto se guardi tutti gli annunci quasi nessuno chiede la laurea, bensì ricercano esperienza.

Cosa ancora più assurda che ho notato in questi giorni è per il concorso della polizia per informatici, la laurea in ingegneria informatica non è ammessa al concorso, della serie che non eri un ingegnere ora non sei neanche più un informatico...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gabriella88
Quello Postatore D'Eccezione
Quello Postatore D'Eccezione

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 54
Registrato: Oct 07, 2010

MessaggioInviato: Mer 05 Giu, 2013 - 14:17    Oggetto: Rispondi citando

Una grande citta' italiana come Roma o Milano costa come tutte le altre metropoli d'europa, non so di che cifre stai parlando ma credo che con 2.500-3.000 euro si puo' vivere dignitosamente
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
squalo
quello supermega top
quello supermega top

Corso: Laureato

Attualmente è: Offline
Messaggi: 2456
Registrato: Mar 22, 2005

MessaggioInviato: Mer 05 Giu, 2013 - 16:23    Oggetto: Rispondi citando

gabriella88 ha scritto:
Una grande citta' italiana come Roma o Milano costa come tutte le altre metropoli d'europa, non so di che cifre stai parlando ma credo che con 2.500-3.000 euro si puo' vivere dignitosamente


concordo

e vi consiglio di leggere: http://www.tomshw.it/cont/news/la-svizzera-cerca-36mila-informatici-meglio-se-italiani/46122/1.html
_________________
”Qualsiasi tecnologia abbastanza avanzata è indistinguibile dalla magia"
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
giovanni88
Quello che il forum è casa
Quello che il forum è casa

Corso: III Anno (A-I)

Attualmente è: Offline
Messaggi: 279
Registrato: Mar 13, 2007

MessaggioInviato: Mer 05 Giu, 2013 - 19:49    Oggetto: Rispondi citando

Se trovate un lavoro a 2000€ NETTI al mese senza esperienza fatemi un fischio che vi seguo... Fico
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
porcesco
Quello che il forum è casa
Quello che il forum è casa

Corso: Vecchio Ordinamento

Attualmente è: Offline
Messaggi: 274
Registrato: Jun 19, 2009

MessaggioInviato: Dom 28 Lug, 2013 - 15:59    Oggetto: Rispondi citando

[quote="hate"]
Se avessi 10 anni di esperienza e senza laurea a quest'ora starei guadagnando minimo 2 o 3 volte il mio stipendio attuale.
Tanto se guardi tutti gli annunci quasi nessuno chiede la laurea, bensì ricercano esperienza.
[/quote
E' la strada che ho perseguito io fin da quando avevo 18 anni. E oggi, pur se non laureato, lavoro come sviluppatore software in deutsche bank e il mio stipendio è alto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> sfoghi e lotte Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Idea, website e amministrazione by PeXPeX
Il materiale nel sito è disponibile GRATUITAMENTE e non può essere connesso a nessuna attività economica o LUCRATIVA
Sito sviluppato in PHP sulla base del CMS PHP-Nuke. Su licenza GPL/GNU Best View 1024*768