La Community degli studenti di Ingegneria Informatica di Napoli


Utenti:12812  (Ultimo: ciaociao90)
Attualmente On-Line: 140
Totale Pagine Viste: 78896169

Numero di Downloads: 939444
Numero di Posts nel Forum: 273468
Totale News: 1795



Nickname    Password      (Registrati QUI)
Oggi, 26 Mar 2019 12:18:10   (server time)


.::Menu del Sito

 Home Page
 Cerca nel FORUM
 Statistiche
 Elenco Utenti
 Scrivi allo staff
 Links
 INFORMAZIONI
 FAQ
 Calendario Eventi
 News
 Archivio News
 Invia News
 Argomenti
 COMMUNITY
 Forums
 Trovamici
 CHAT IRC
 Chi segue i Corsi?
 APPUNTI
 Downloads
 UTENTE
 Pannello Personale
 Messaggi Privati
 ALTRO
 Annunci Economici
 Cruciverba On Line

 UNIVERSITA'
 Federico II
 Sito Docenti
 Facoltà di Ingegneria
 Ingegneria Informatica
 Bacheca Esami
 ESIS - Chiosco Servizi
 Campus Unina
 Elenco Telefonico Unina
 Biblioteca ingegneria
 Biblioteche Unina
 DIS - (Inf. - Sist.)
 Prisma Lab
 Elettrotecnica
 Mobilab
 Diet - (Elettr. - Telec)
 SincroLAB
 RADIO F2
 ADISU (diritto allo studio)
 Banca dati Laureati
 Wikipedia - Federico II

.::Chat Offline

Purtroppo per l''ennesimo problema di hosting la chat è temporaneamente disabilitata, mi scuso per i disagi e provvederò a breve ad un ripristino/sostituzione
grazie
PeX

  
Quelli Di Informatica: Forums

Quelli di Informatica :: Leggi il Topic - Laurea ingegneria informatica... dopo un anno
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Laurea ingegneria informatica... dopo un anno
Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> sfoghi e lotte
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
fabioz1984
quello supermega top
quello supermega top

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 1364
Registrato: Oct 18, 2004

MessaggioInviato: Dom 28 Lug, 2013 - 19:53    Oggetto: Rispondi citando

[quote="porcesco"]
hate ha scritto:

Se avessi 10 anni di esperienza e senza laurea a quest'ora starei guadagnando minimo 2 o 3 volte il mio stipendio attuale.
Tanto se guardi tutti gli annunci quasi nessuno chiede la laurea, bensì ricercano esperienza.
[/quote
E' la strada che ho perseguito io fin da quando avevo 18 anni. E oggi, pur se non laureato, lavoro come sviluppatore software in deutsche bank e il mio stipendio è alto.


infatti, tanti anni all'univ per prendersi una laura che ti serve a poco..nel mondo del lavoro serve solo esperienza...vi dico che ho visto entrare in aziende di informatica gente laureata in archituttra (ma che aveva messo su una piccola società di sviluppo software e quindi con una certa esperienza nel campo) su posizioni di grado superiore a quella ricoperta da un ing informatico (assunto nella stessa azienda, ma con esperienza zero) ed anche con età inferiore (non dovendo perdere tanti anni di studio in ingegneria)..a voi le conclusioni
_________________
non ho segreti..solo verità nascoste!
ma se l´unione fa la forza, allora perchè chi fa da se fa per tre??
...meglio tardi che mai..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
piero86
Quello dei Quesiti
Quello dei Quesiti

Corso: I Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 44
Registrato: Jul 17, 2012

MessaggioInviato: Lun 29 Lug, 2013 - 10:49    Oggetto: Rispondi citando

io penso che i problemi principali siano due, l'uno strettamente connesso all'altro: il primo è che gli ingegneri informatici (e molti elettronici) si ostinano ad accettare di lavorare come programmatori (intendo di sw gestionali e simili) e il secondo è che le barriere d'ingresso al mestiere di programmatore (Java, .NET, php, ecc..) sono state abbattute di molto a causa della relativa semplicità di utilizzo degli strumenti e dell'enorme fonte di apprendimento disponibile online. Oggi basta comprare un qualsiasi "...for dummies" per iniziare a lavorare (secondo me sempre e comunque una schifezza, perchè mancano i principi dell'ingegneria) coi più diffusi linguaggi di programmazione.
Vi posto una screenshot, ottenuta da glassdoor (dot) com, che mostra la media dei salari di un ingegnere hardware (che può essere sia informatico, sia elettronico):



Lo so, ora tutti mi assaliranno dicendo che in USA è diverso, ecc... Ma a questo punto, vista la situazione qua da noi, conviene restare o andarsene?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
fabioz1984
quello supermega top
quello supermega top

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 1364
Registrato: Oct 18, 2004

MessaggioInviato: Mar 30 Lug, 2013 - 15:35    Oggetto: Rispondi citando

io sinceramente consiglio di prendere la triennale e scappare via a lavorare, a meno che nn sei bravissimo e riesci a prendere triennale e specialistica in 5 anni!! ragazzi, di questi tempi la specialistica serve a poco, conta molto quello che sai fare in pratica ..sono poche le aziende che cercano laureati con specialistica (sono le grandi multinazionali, che poi in realtà cercano anche laureati con 110 lode, quindi non serve solo la spec ma anche il massimo del voto di laurea)..il resto non fa distinzione, ve lo garantisco io che mi trovo a lavorare in un'azienda che prende triennali e specialistici senza alcuna distinzione..fanno la differenza solo sulle proprie competenze tecniche !!
e poi la specialistica a Napoli è organizzata malissimo, non ti dà nulla o poco che ti possa servire a livello lavorativo..
_________________
non ho segreti..solo verità nascoste!
ma se l´unione fa la forza, allora perchè chi fa da se fa per tre??
...meglio tardi che mai..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
fabioz1984
quello supermega top
quello supermega top

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 1364
Registrato: Oct 18, 2004

MessaggioInviato: Mar 30 Lug, 2013 - 15:37    Oggetto: Rispondi citando

piero86 ha scritto:
io penso che i problemi principali siano due, l'uno strettamente connesso all'altro: il primo è che gli ingegneri informatici (e molti elettronici) si ostinano ad accettare di lavorare come programmatori (intendo di sw gestionali e simili) e il secondo è che le barriere d'ingresso al mestiere di programmatore (Java, .NET, php, ecc..) sono state abbattute di molto a causa della relativa semplicità di utilizzo degli strumenti e dell'enorme fonte di apprendimento disponibile online. Oggi basta comprare un qualsiasi "...for dummies" per iniziare a lavorare (secondo me sempre e comunque una schifezza, perchè mancano i principi dell'ingegneria) coi più diffusi linguaggi di programmazione.
Vi posto una screenshot, ottenuta da glassdoor (dot) com, che mostra la media dei salari di un ingegnere hardware (che può essere sia informatico, sia elettronico):



Lo so, ora tutti mi assaliranno dicendo che in USA è diverso, ecc... Ma a questo punto, vista la situazione qua da noi, conviene restare o andarsene?


piero trovami il lavoro di ingegnere informatico in Italia..
1) secondo me nn esisteper cui devi per forza partire da programmatore e sperare di fare carriera in azienda..oppure vai via dall'italia
2)se ti capita di ricevere un contratto di lavoro (anche come programmatore) come si può rifiutare in questo periodo di crisi di lavoro ? saresti un folle a rifiutare e cercare il lavoro di ing informatico, che nn esiste in italia
_________________
non ho segreti..solo verità nascoste!
ma se l´unione fa la forza, allora perchè chi fa da se fa per tre??
...meglio tardi che mai..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
kayser
Quello Postatore D'Eccezione
Quello Postatore D'Eccezione

Corso: II Anno (DF-M)

Attualmente è: Offline
Messaggi: 63
Registrato: Jan 24, 2011

MessaggioInviato: Gio 01 Ago, 2013 - 10:56    Oggetto: Rispondi citando

piero86 ha scritto:
io penso che i problemi principali siano due, l'uno strettamente connesso all'altro: il primo è che gli ingegneri informatici (e molti elettronici) si ostinano ad accettare di lavorare come programmatori (intendo di sw gestionali e simili) e il secondo è che le barriere d'ingresso al mestiere di programmatore (Java, .NET, php, ecc..) sono state abbattute di molto a causa della relativa semplicità di utilizzo degli strumenti e dell'enorme fonte di apprendimento disponibile online. Oggi basta comprare un qualsiasi "...for dummies" per iniziare a lavorare (secondo me sempre e comunque una schifezza, perchè mancano i principi dell'ingegneria) coi più diffusi linguaggi di programmazione.


Mi intrometto nella discussione perchè sembra costruttiva.
Quoto quanto detto da piero86, il problema è che gli ing. informatici vengono trattati come semplici programmatori anche se, in effetti, di programmazione non ne capiscono molto come per gli informatici (parlo di conoscenze strettamente universitarie) in quanto la formazione verte soprattutto sulla progettazione e la risoluzione di problematiche ben diverse dal semplice far girare un programma (es. sicurezza, convergenza ed integrazione con altri sistemi etc).
Ecco perchè (purtroppo) vale il consiglio di fabioz1984, ossia di lavorare già con la triennale e di acquisire esperienza...da programmatore, visto che altre competenze superiori si possono acquisire solo attraverso l'uni (si spera) e ricoprendo incarichi ben diversi dal programmatore semplice (con tutto il rispetto per la categoria, ovviamente).

Purtroppo la situazione è nera, siamo costretti ad accettare contratti ed incarichi assurdi solo perchè dobbiamo campare (nel peggior modo possibile) e sperare che nel futuro più immediato salti fuori una proposta decente e degna del titolo di studi conseguito.

Sarebbe bello leggere qualche altra esperienza di altri colleghi sul mondo del lavoro, giusto per leggere altre opinioni.

P.s. se volete confrontare gli stipendi fatelo con quelli europei, visto che la situazione è 'simile' (nel meglio) alla nostra in termini di istruzione etc, mentre in USA la situazione è molto diversa.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Freno
Quello attivo
Quello attivo

Corso: Laureato

Attualmente è: Offline
Messaggi: 79
Registrato: Oct 16, 2005

MessaggioInviato: Gio 01 Ago, 2013 - 12:18    Oggetto: Rispondi citando

Mah voglio postare anche la mia di esperienza. Io sono in ing. dell'automazione laureato in 7 anni con 110 e lode (specialitsico).
Buona laurea in tempi "onesti".
Primo contratto azienda piccolissima:
stage di 4 mesi a 900euro
poi contratto di apprendistato (2+2anni) a 1250 circa.. avevo qualche bonus ogni tanto.. diciamo altri 1000 euro anno
Dopo 1 anno mi contatta una multinazionale, cambio.. Un bell'incremento di stipendio (1700 circa) con buone prospettive e qualche bonus.

Insomma il punto secondo me è: specialistica o triennale in effetti non conta molto.. se devi metterci 10 anni per la specialistica fermati alla triennale.
Comincia ad entrare nel mondo del lavoro! Da dentro cominci a capire come muoverti. L'università questo NON lo insegna (e secondo me non deve..).
Tanto le offerte arrivano, SEMPRE! Se non trovi di meglio stai lì.. ma alla prima occasione cambi!
Ma intanto impari.. acquisisci competenze e soprattutto capisci come ci si muove nel mirabolante mondo del lavoro!!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
fabioz1984
quello supermega top
quello supermega top

Corso: II Anno Specialistica

Attualmente è: Offline
Messaggi: 1364
Registrato: Oct 18, 2004

MessaggioInviato: Mer 07 Ago, 2013 - 16:55    Oggetto: Rispondi citando

Freno ha scritto:
Mah voglio postare anche la mia di esperienza. Io sono in ing. dell'automazione laureato in 7 anni con 110 e lode (specialitsico).
Buona laurea in tempi "onesti".
Primo contratto azienda piccolissima:
stage di 4 mesi a 900euro
poi contratto di apprendistato (2+2anni) a 1250 circa.. avevo qualche bonus ogni tanto.. diciamo altri 1000 euro anno
Dopo 1 anno mi contatta una multinazionale, cambio.. Un bell'incremento di stipendio (1700 circa) con buone prospettive e qualche bonus.

Insomma il punto secondo me è: specialistica o triennale in effetti non conta molto.. se devi metterci 10 anni per la specialistica fermati alla triennale.
Comincia ad entrare nel mondo del lavoro! Da dentro cominci a capire come muoverti. L'università questo NON lo insegna (e secondo me non deve..).
Tanto le offerte arrivano, SEMPRE! Se non trovi di meglio stai lì.. ma alla prima occasione cambi!
Ma intanto impari.. acquisisci competenze e soprattutto capisci come ci si muove nel mirabolante mondo del lavoro!!


io invece penso che l'università oltre a darti una formazione (da verificare vista la presenza di esami davvero stupidi che fanno perdere solo tempo..e parlo della specialistica), dovrebbe anche avviarti al mondo del lavoro e farti capire che sn due cose strettamente separate, facendoti ragionando più sul pratico e non sempre su cose teoriche..io l'ho sempre detto, fin tanto che non metti mano ad una cosa, non ne sarai mai padrone!! Cmq in bocca al lupo a tutti, sperando in tempi migliori Smile)))
_________________
non ho segreti..solo verità nascoste!
ma se l´unione fa la forza, allora perchè chi fa da se fa per tre??
...meglio tardi che mai..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato MSN Messenger
Freno
Quello attivo
Quello attivo

Corso: Laureato

Attualmente è: Offline
Messaggi: 79
Registrato: Oct 16, 2005

MessaggioInviato: Gio 08 Ago, 2013 - 08:00    Oggetto: Rispondi citando

fabioz1984 ha scritto:
Freno ha scritto:
Mah voglio postare anche la mia di esperienza. Io sono in ing. dell'automazione laureato in 7 anni con 110 e lode (specialitsico).
Buona laurea in tempi "onesti".
Primo contratto azienda piccolissima:
stage di 4 mesi a 900euro
poi contratto di apprendistato (2+2anni) a 1250 circa.. avevo qualche bonus ogni tanto.. diciamo altri 1000 euro anno
Dopo 1 anno mi contatta una multinazionale, cambio.. Un bell'incremento di stipendio (1700 circa) con buone prospettive e qualche bonus.

Insomma il punto secondo me è: specialistica o triennale in effetti non conta molto.. se devi metterci 10 anni per la specialistica fermati alla triennale.
Comincia ad entrare nel mondo del lavoro! Da dentro cominci a capire come muoverti. L'università questo NON lo insegna (e secondo me non deve..).
Tanto le offerte arrivano, SEMPRE! Se non trovi di meglio stai lì.. ma alla prima occasione cambi!
Ma intanto impari.. acquisisci competenze e soprattutto capisci come ci si muove nel mirabolante mondo del lavoro!!


io invece penso che l'università oltre a darti una formazione (da verificare vista la presenza di esami davvero stupidi che fanno perdere solo tempo..e parlo della specialistica), dovrebbe anche avviarti al mondo del lavoro e farti capire che sn due cose strettamente separate, facendoti ragionando più sul pratico e non sempre su cose teoriche..io l'ho sempre detto, fin tanto che non metti mano ad una cosa, non ne sarai mai padrone!! Cmq in bocca al lupo a tutti, sperando in tempi migliori Smile)))


Sugli esami inutili non ci piove!! Anche se nella vita avere competenze un po' diverse può sempre essere utile..
Il punto della mancanza di pratica degli atenei italiani è un dato di fatto.. E le aziende questo lo fanno pagare. Ma ti assicuro che un ingegnere che esce dall'uni ha tempi di apprendimento paurosi!! Spesso chi ti vede "imparare" ne rimane addirittura sopreso. Forse l'università potrebbe dare di più.. Ma gli strumenti per costruirti una carriera ce li hai tutti! Questo è fuori discussione!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email MSN Messenger
marcus
quello che sorpassa
quello che sorpassa

Corso: I Anno (A-Da)

Attualmente è: Offline
Messaggi: 695
Registrato: Jul 07, 2004

MessaggioInviato: Mer 23 Apr, 2014 - 16:12    Oggetto: Rispondi citando

piero86 ha scritto:
io penso che i problemi principali siano due, l'uno strettamente connesso all'altro: il primo è che gli ingegneri informatici (e molti elettronici) si ostinano ad accettare di lavorare come programmatori (intendo di sw gestionali e simili) e il secondo è che le barriere d'ingresso al mestiere di programmatore (Java, .NET, php, ecc..) sono state abbattute di molto a causa della relativa semplicità di utilizzo degli strumenti e dell'enorme fonte di apprendimento disponibile online. Oggi basta comprare un qualsiasi "...for dummies" per iniziare a lavorare (secondo me sempre e comunque una schifezza, perchè mancano i principi dell'ingegneria) coi più diffusi linguaggi di programmazione.
Vi posto una screenshot, ottenuta da glassdoor (dot) com, che mostra la media dei salari di un ingegnere hardware (che può essere sia informatico, sia elettronico):



Lo so, ora tutti mi assaliranno dicendo che in USA è diverso, ecc... Ma a questo punto, vista la situazione qua da noi, conviene restare o andarsene?


quoto e aggiungo:

mi accorgo che parecchi colleghi non sanno fare in modo che la professione venga riconosciuta, si lasciano illudere da carriere inesistenti ed accettano l'inaccettabile. Per inaccettabile non intendo solo il programmare, che di per se non è un problema, dato che per saper fare un programma come si deve secondo me una laurea in ingegneria non basta, intendo tutti quelli che fanno straordinari su straordinari non pagati. I problemi fondamentali sono attribuibili tutti alla categoria ed all'università che non insegna nient'altro che ad eseguire. Fossimo più furbi inizieremmo ad associarci e non parlo di scioperi oppure di fuoco e fiamme, ma semplicemente di fornire delle linee guida per far si che il nostro mercato venga riconosciuto e rispettato. Sempre se fossimo più furbi inizieremmo a capire che i diplomati/laureati nelle discipline più astruse che sono nel mercato non vanno aiutati, anzi dovremmo fare di tutto per far si che escano dal nostro mercato(questo è solo un esempio ne avrei 3000).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
rodmaff
Quello Postatore D'Eccezione
Quello Postatore D'Eccezione

Corso: Ex-Unina

Attualmente è: Offline
Messaggi: 64
Registrato: Mar 09, 2008

MessaggioInviato: Mar 29 Apr, 2014 - 13:49    Oggetto: Rispondi citando

Sono un ingegnere Elettronico(laurea specialistica);dato che in Italia purtroppo ci sono pochi investimenti nel comparto hardware mi sono riconvertito in programmatore. Dopo 4 anni di esperienza dico che il problema non è solo la scelta delle persone ma proprio l'assenza di investimenti nel settore scientifico in Italia. Dovevo fare un erasmus all'estero e ci dovevo rimanere dopo la laurea.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> sfoghi e lotte Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Idea, website e amministrazione by PeXPeX
Il materiale nel sito è disponibile GRATUITAMENTE e non può essere connesso a nessuna attività economica o LUCRATIVA
Sito sviluppato in PHP sulla base del CMS PHP-Nuke. Su licenza GPL/GNU Best View 1024*768